NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Un fumetto per le donne yemenite

YEMEN 28 gennaio 2014
donneyemen

“Un reportage che mescola tavole grafiche e foto per narrare la rivoluzione silenziosa delle donne yemenite per la loro emancipazione attraverso il racconto delle storie di tre di loro. E’ ‘Il mondo di Aisha’, opera di graphic journalism uscita dalla fucina della Coconino Press, casa editrice bolognese nell’orbita del Gruppo Fandango, regina del fumetto di qualità. L’autore Ugo Bertotti ha realizzato le tavole in bianco e nero, ispirato dal racconto della fotografa e documentarista Agnes Montanari che ha raccolto le storie di Aisha, Sabiha e Hamedda. Così, seguendo le 144 pagine in bianco e nero, si scopre che Aisha vive a Sanaa, la capitale. Ha studiato informatica, è laureata e lavora per un’azienda di software. Non vuole sposare il cugino, come le chiedere la famiglia. E ha un fidanzato geloso. Il niqab lo indossa sì, ma con una dose di ironia: perché le garantisce libertà di movimento e di non avere sempre gli occhi degli uomini addosso.
Sabiha è invece una sposa bambina: a 11 anni era andata a nozze con un uomo di 23. Per legge sarebbe vietato, visto che bisogna avere 15 anni per sposarsi. Ma nella regione rurale dove vive valgono leggi tribali e Sharia. Sabiha porta il velo integrale. Ma al mattino, all’alba, le piace andare alla finestra a volto scoperto per sentire l’aria fresca. Al marito, violento, non piace. Anche Hamedda, 65 anni, è stata una sposa bambina, ma ce l’ha fatta. Oggi è la ricca proprietaria di una catena di ristoranti. E’ rimasta presto vedova e ha dovuto arrangiarsi. Ha iniziato aprendo un piccolo ristorante per i soldati. Il niqab non l’ha mai portato. Nonostante pettegolezzi e maldicenze.
L’autore dei fumetti e la fotoreporter riportano le loro voci e le storie delle tre protagoniste, e delle altre donne che ruotano attorno a loro. “A voi occidentali il velo fa tanto effetto – spiega Aisha -. Ma non capite che per noi non è così importante. Quello che ci preme veramente è lavorare fuori casa, insegnare, curare, fare politica. Se porti il niqab tutto questo è accettato più facilmente, gli uomini si sentono meno destabilizzati”.
Nata nel 2000 da un progetto di Igort e Carlo Barbieri, Coconino Press ha fatto conoscere in Italia graphic novel e comics d’autore, con firme del fumetto del calibro di Gipi, José Munoz, Jiro Taniguchi, Daniel Clowes e Davide Toffolo”.

FONTE : ANSAmed

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter