NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Teatro e fumetto a servizio dell’intercultura

Quattro fumettisti entrano nella sala prove di un teatro. Lì incontrano un regista e 40 attori provenienti da 14 paesi diversi: stanno preparando uno spettacolo che parla della crisi che affligge i nostri tempi, usando la tragedia del Titanic come metafora di partenza. Si siedono in un angolo e si mettono a disegnare. Dopo mesi di cronache settimanali gli danno alla luce tre storie tra fumetto e illustrazione che parlano di zattere, affondamenti, sommersi e salvati, rubando qua e là immagini, storie e volti agli interpreti dello spettacolo.

Lo spettacolo, dal titolo “Il Violino del Titanic – ovvero non c’è mai posto sulle scialuppe per tutti”  è promosso dalla Compagnia dei Rifugiati – Cantieri Meticci, un gruppo multietnico nato all’interno del Teatro dell’Argine. Ispirandosi al poema “La fine del Titanic” di Hans Magnus Enzensberger, Pietro Floridia, regista e fondatore, invita gli spettatori a prendere posto sul famoso transatlantico, mischiandoli agli attori provenienti da tutto il mondo. Tutti insieme per ragionare sulla crisi: chi si salva? Perché?  Qual è la scialuppa per ognuno di noi?

Gli Expris Comics coinvolti sono: Innai Marini, Federo Trofo, Antonella Selva e Francesco Lopez Visicchio.

FONTE : blog www.ilgirovago.com

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter