NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

#STOPARMINGISRAEL

26 agosto 2014
stoparmingisrael

Sembra lontana la guerra che si perpetua da oltre mezzo secolo nel territorio palestinese, sembra che sia una cosa che non ci riguardi, sembra che l’Apartheid sia stato vissuto solo in Sudafrica, sembra che ormai non ci sia più niente da fare.

#Sardegna : una delle isole più belle d’ Italia e del mondo. Da anni territorio occupato dall’esercito israeliano per addestrare militari e piloti che andranno poi a bombardare case di civili, scuole di bambini e uffici dell’ONU in Palestina, sulla Striscia di Gaza.

#BDSMovement : boycotts, divestments and sanctions = boicottaggio, disinvestimento e sanzioni.

La campagna, lanciata dalle organizzazioni della società civile palestinese nel 2005 per boicottare il regime israeliano di occupazione e terrore, sta raccogliendo sempre più adesioni nel mondo. “A partecipare all’embargo sono in maggioranza aziende, organizzazioni culturali, privati e governi e sembra essere la migliore speranza per i palestinesi – parole di Richard Falk –  relatore speciale dell’ONU per i diritti umani nei territori occupati”.

L’appello del movimento, che riunisce oltre 170 organizzazioni (inclusi partiti politici, sindacati e associazioni) consiste nel ritiro degli investimenti e applicazioni di sanzioni contro lo stato di Israele fino a quando non rispetterà il Diritto Internazionale e i Principi Universali dei Diritti dell’Uomo.
Anche l’Italia prende parte attivamente alle iniziative e conta tantissime associazioni da Nord a Sud che si oppongono ad ogni forma di razzismo, fascismo, sessismo, antisemitismo, islamofobia, discriminazione etnica e religiosa. In particolare l’Associazione Amicizia Sardegna Palestina, l’Unione Democratica Arabo Palestinese UDAP e BDS Sardegna, chiedono alla Giunta Regionale della Sardegna e a tutte le istituzioni democratiche compresi i comuni, di prendere una decisione definitiva e attivarsi per esigere la sospensioni delle esercitazioni previste per settembre.

Lo chiedono proponendo un’ Assemblea Internazionale contro le esercitazioni militari israeliane, il giorno sabato 30 Agosto.

Anche da Gaza arrivano dei messaggi: “From my destroyed home, I ask Italy to boycott Israel !!”, “Italy don’t train the pilots who bomb us !!”, “Don’t train the oppressor, stand with the oppressed !!”, “Italia non addestrare i militari che ci bombardano !!”.

Per avere ulteriori informazioni, conoscere altre iniziative del BDS Movement e vedere le foto – appello, visita i siti www.bdsitalia.org e www.bdsmovement.net.

Per firmare contro le esercitazioni militari israeliane in Sardegna entra in questo sito: http://chn.ge/1wgn93I

 

Fonti:
- www.bdsmovement.net
www.bdsitalia.org
- comune-info

 

Articoli correlati:
- Sos Gaza: l’appello del Gus e delle Ong presenti in Palestina
- Stay human: stop bombing Gaza
- Gaza: ancora sangue, sono 165 le vittime

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter