NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Seminario No.Di.: le diseguaglianze nell’accesso ai servizi

MACERATA 5 maggio 2014

Si è svolto a Macerata presso la Sala Castiglioni della Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti il seminario di approfondimento dal titolo “Il diritto alla salute psico-fisica e all’istruzione di donne e minori stranieri: le diseguaglianze nell’accesso ai servizi”. Il seminario fa parte di una serie di azioni promosse dalle regioni Marche e Umbria in seno al progetto “NO. DI. – No Discrimination” (Fondo FEI Azione 7, Capacity Building- Rete Nazionale Antidiscriminazioni) organizzato dall’associazione A.C.S.I.M. Onlus.

La finalità del progetto, che vede anche la partecipazione di Fondazione Caritas Senigallia Onlus, Cidis Onlus, Free Woman, Gus (Gruppo Umana Solidarietà), On the road e ACSIM Onlus, è quella di sensibilizzare la popolazione sulle discriminazioni tutte ed in particolare su quelle etnico-razziali, in quanto le associazioni partner sono tutte iscritte all’UNAR, l’Ufficio Nazionale Anti discriminazioni. NO. DI.

Nel corso del seminario sono intervenute numerose personalità: la dottoressa Claudia Santoni dell’Università di Macerata, anche Presidente dell’associazione Osservatorio di genere ha trattato il tema dei giovani nell’ambiente scolastico e dell’accesso all’istruzione e la parità nel percorso educativo. Ha evidenziato come il livello scolastico sia diverso e dipenda da vari fattori quali la classe sociale di appartenenza, il livello di istruzione dei genitori, l’appartenenza di genere e le risorse economiche.

E’ inoltre intervenuta la  dott.ssa Alessandra Fermani, docente di psicologia sociale all’Università di Macerata, che ha invece parlato di adozione internazionale, mostrando una serie di discriminazioni a livello psicologico e sociale alle quali i bambini adottati vanno incontro e proponendo dei contributi per l’intervento nel sociale e nella scuola, come la diffusione di un protocollo di accoglienza istituzionalizzato.

Infine, la dottoressa Mail Balzano, psicologa, psicoterapeuta e consulente ACSIM, ha presentato alcuni effetti psico-sociali della discriminazione sulle persone e in particolare lo stress da transculturazione, la depersonalizzazione, il disturbo post- traumatico da stress e il disturbo di adattamento, che colpiscono in particolare gli immigrati a seguito del loro viaggio e delle fasi di adattamento nel paese di accoglienza.

I prossimi appuntamenti con NO.DI. – No Discrimination, saranno il 7 maggio ad Ancona e il 28 maggio a Macerata. Verranno rispettivamente trattati i temi di discriminazione di genere nel lavoro e il rapporto tra mass media e immigrazione.
­
FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter