NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Riforma sull’aborto: mobilitazione in Spagna

primo maggio

Ieri, 1 febbraio, a Madrid più di 300 associazioni, insieme a diecimila manifestanti, si sono unite in piazza per promuovere una grande mobilitazione contro l’annunciata intenzione del governo di restringere radicalmente il diritto di aborto: secondo il nuovo disegno di legge infatti, promosso dal primo ministro Rajoy del Partito popolare, l’interruzione di gravidanza sarà ammessa solo in caso di violenza sessuale o in presenza di rischi per la salute del nascituro: anche nei casi di malformazione, l’aborto è consentito solo se questa è incompatibile con la vita.

Il progetto governativo ha trovato il consenso dei settori più conservatori della chiesa cattolica e della destra politica, ma ha da subito sollevato grandi polemiche e suscitato lo sdegno di molte donne: la riforma deve ancora essere approvata in Parlamento, dove il Partito Popolare ha un’ampia maggioranza.

In segno di solidarietà con le manifestanti spagnole, sit-in di protesta e ‘flash mob’ si sono svolti anche in molte città europee, da Londra a Bruxelles, da Amsterdam a Parigi, a Milano, Roma o Firenze, davanti ambasciate e consolati spagnoli, con un denominatore comune: il rifiuto della ‘controriforma’ spagnola considerata uno sfregio ai diritti delle donne.

FONTE: Ansamed

 

 

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter