NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Riconoscimento dei tuoi titoli

offerte settimana

Per proseguire il proprio percorso formativo in Italia o semplicemente per poter esercitare la propria professione, a seconda delle proprie qualifiche e del lavoro che si svolge, è necessario equiparare il proprio titolo/qualifica con il corrispettivo italiano. Ecco come fare e a chi rivolgersi.

Riconoscimento dei titoli di studio

Per poter proseguire gli studi in Italia ed iscriversi a corsi post-universitari, bisogna presentare domanda all’università o all’istituto di istruzione universitaria che interessa frequentare. Le università/istituti, nell’ambito della propria autonomia e di eventuali accordi bilaterali e convenzioni internazionali in materia, decidono sul riconoscimento dei titoli di studio stranieri.

 Alla domanda vanno allegati i seguenti documenti:

  • fotocopia del diploma ottenuto, tradotto, legalizzato e con dichiarazione di valore della Rappresentanza Diplomatica Consolare Italiana
  • fotocopia del diploma di laurea, legalizzato e con dichiarazione di valore della Rappresentanza Diplomatica Consolare Italiana (in caso di iscrizione alla laurea specialistica, la scuola di specializzazione o il master)
  • certificato degli esami universitari sostenuti, tradotto e legalizzato
  • programma degli esami sostenuti
  • fotocopia del documento di identità o permesso di soggiorno

Dopo aver presentato domanda e la documentazione necessaria, le autorità accademiche valutano il titolo di studio, dichiarandolo equivalente in tutto o in parte alla laurea italiana: nel primo caso, saranno riconosciuti tutti gli esami; nel secondo, soltanto alcuni.

L’Università deve prendere una decisione entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.

Riconoscimento di alcuni titoli professionali

Per ottenere il riconoscimento della propria qualifica professionale in Italia, bisogna presentare domanda all’autorità competente.

Clicca qui per consultare on-line l’elenco specifico delle singole professioni.

Entro trenta giorni dal ricevimento della domanda, l’Autorità competente provvede alla verifica della documentazione richiesta.

Entro quattro mesi dalla presentazione della domanda o della sua eventuale integrazione, l’Autorità provvede al riconoscimento del titolo.

Professioni e Ministeri competenti per il riconoscimento:

Per i titoli compresi nel campo infermieristico e medico, la competenza spetta al Ministero della Salute. Per le professioni di avvocato, commercialista, biologo, chimico, agronomo, geologo,  ingegnere, psicologo, consulente del lavoro, geometra, giornalista, perito agrario e industriale, il Ministero competente per il riconoscimento dei titoli è il Ministero della Giustizia.

Per la professione di consulente della proprietà industriale/mediatore al commercio, il Ministero competente per il riconoscimento è il Ministero dello Sviluppo Economico. Per la professione di insegnante, il Ministero competente per il riconoscimento è il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter