NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

PRUMA: progetto di ricongiungimento familiare

10 febbraio 2014
minori

“Facilitare il ricongiungimento familiare dei minori stranieri non accompagnati che giungono in Europa per richiedere protezione internazionale e che hanno parenti in uno degli stati membri dell’Unione Europea, evitando che continuino il viaggio da soli, con il rischio di diventare nuovamente vittime di tratta, sfruttamento e marginalità”.

Ecco quanto si legge sul sito italiano dell’OIM, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, a proposito di “PRUMA”, il nuovo progetto finanziato dal Fondo Europeo Rifugiati e avviato a gennaio dall’OIM Roma in collaborazione con gli uffici OIM di Parigi, Berlino, Atene, Malta e Londra. “PRUMA” avrà la durata di 12 mesi e si concluderà a dicembre 2014 con un workshop internazionale, nel corso del quale verranno presentate alla Commissione dell’Unione Europea le linee guida condivise dagli Stati membri coinvolti.

“Nel 2011 sono state oltre 12 mila le domande di asilo di minori stranieri non accompagnati presentate nei 27 paesi dell’Unione Europea” – spiega nel sito dell’OIM il direttore dell’Ufficio di Coordinamento OIM per il Mediterraneo, José Angel Oropeza - “Sono minori che provengono da paesi come Afghanistan, Siria, Iraq, Eritrea e Somalia e che vogliono raggiungere i loro parenti in un paese dell’UE. Secondo il Regolamento Dublino III (Reg. EU N°604/2013) potrebbero richiedere il ricongiungimento familiare con i parenti entro il quarto grado che si trovano in maniera regolare in altri Stati dell’Unione, ma purtroppo in pochissimi sanno di questa possibilità e molti cercano di raggiungere i propri cari da soli, correndo il rischio di diventare vittime di sfruttamento o tratta. “PRUMA” intende contribuire al rafforzamento del diritto all’unità familiare promuovendo la tempestiva applicazione di questa procedura prevista dal Regolamento Dublino.”

FONTE : Website OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter