NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

PROTEZIONE INTERNAZIONALE NEGATA: CHE COSA FARE?

Fano 9 aprile 2015
images

Ecco svelati da don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco e della fondazione Caritas in Veritate gli inghippi della burocrazia italiana rispetto alle domande di protezione internazionale.

Egli che assieme ai suoi collaboratori ospita nel seminario arcivescovile di Fermo, circa cento migranti, spiega che molti di loro dopo aver inoltrato la richiesta, non hanno avuto nessun tipo di protezione persino dopo un anno. A questo punto e nonostante il ricorso, ci si aspetta solamente un esito negativo che vedrà la persona interessata costretta a lasciare il paese entro tre giorni.

Ma aggiunge Albanesi, questo molto spesso non accade ed è allora che i rifugiati diventano irregolari e non hanno neanche più la possibilità di lavorare. Diventano inesistenti seppur nel corso dell’anno precedente trascorso in Italia, molto ragazzi e ragazze abbiano frequentato corsi di lingua, lavorato e svolto attività di volontariato.

Sarcastica ma efficace, la domande che si e ci pone don Vinicio Albanesi: “queste persone una volta sbarcate e accolte, entro 48 ore vengono trasferite nei centri di prima accoglienza  entro 30 giorni, poi, la commissione territoriale dovrebbe esprimersi sulla loro domanda d’asilo. In realtà nelle Marche è trascorso un anno, dall’arrivo fino all’esame della commissione, e ora con questo alto numero di dinieghi cosa faranno queste persone? In questo anno i ragazzi hanno fatto corsi di lingua, alcuni hanno lavorato, altri fatto volontariato e ora tutto finisce. In molti finiranno nell’irregolarità, ma è una condizione che abbiamo creato noi.  E noi che li accogliamo cosa dovremmo fare, metterli per strada o addirittura organizzare dei barconi di ritorno?”.

Fonte: Redattore Sociale 

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter