NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Presidenziali in Egitto: è il maresciallo Sisi il favorito

EGITTO 28 maggio 2014

Egitto – Sono 54 i milioni di elettori chiamati in questi giorni alle urne per eleggere il nuovo presidente d’Egitto; da programma le elezioni erano previste per il 26 ed il 27 maggio, ma la Commissione elettorale ha deciso di prolungare fino a stasera il voto.

A candidarsi l’ex capo delle forze armate ed ex ministro della difesa Abdel Fattah al Sisi e Hamdin Sabahi, candidato della sinistra, arrivato terzo alle elezioni del 2012. Il risultato pare già certo: il grande favorito è infatti Sisi; il maresciallo, nonostante la mancanza di un programma elettorale chiaro e definito, ha condotto una campagna molto mirata, anche contando sul fatto che, contrariamente a quanto si possa pensare, molti egiziani desiderano una figura autoritaria che concentri su di sè il potere militare e politico, sperando così di uscire dalla spirale di violenza, dall’instabilità politica e dall’economia stagnante in cui si trova il paese. 

Questo voto è il settimo dalla rivoluzione del gennaio del 2011 e arriva a distanza di undici mesi dalla destituzione da parte dell’esercito dell’ex presidente Mohamed Morsi, accusato da Sisi di malgoverno e di voler islamizzare il paese. Sisi ha poi creato un governo ad interim che ha portato avanti una repressione dura e violenta contro i Fratelli musulmani.

Secondo un’analisi diffusa il 25 maggio dal Centro egiziano per i diritti sociali ed economici (Ecesr) e ripresa da Al Jazeera, dal colpo di stato del luglio 2013 oltre 41mila persone sono state incriminate o incarcerate. Per la maggior parte si tratta di sostenitori di Morsi. Il 28 aprile 2014, 683 di loro sono stati condannati a morte in un processo di massa che le Nazioni Unite hanno definito senza precedenti.

  • Gli approfondimenti sulle elezioni egiziane del giornale indipendente egiziano Mada Masr, di Al Jazeera e della Bbc.

FONTI:

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter