NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Per i bambini siriani…

FANO 15 gennaio 2014
Fezza-Fano5

Sabato 14 dicembre, a partire dalle 9.00 nel Chiostro delle Benedettine di Fano, è stato organizzato un mercatino di solidarietà per ottenere aiuti da mandare ai bambini  siriani: studenti fanesi delle scuole primarie hanno offerto i loro manufatti, realizzati per l’occasione con materiali di recupero di vario genere, a favore dei bambini che vivono nei campi profughi. In compagnia di Sebastiano Nino Fezza, importante cinereporter del giornalismo italiano, c’eravamo anche noi…ecco cosa ci è rimasto di questa splendida esperienza.

“Una marea colorata di bambini corre, salta, urla, gesticola e vende. Vende? Sì. Vendono piccoli accessori da loro realizzati come collane, tazze, disegni o borse fatte a mano. Le vendono agli adulti di passaggio, qualcuno ignaro di ciò che succede in questo tiepido mattino di dicembre. Vendono questi piccoli capolavori per comprare aiuti umanitari destinati ai loro coetanei in Siria. Bambini come loro,ma meno fortunati. Bambini che hanno perso tutto … casa, educazione,f amiglia e affetto. Bambini che ora vivono all’interno di campi per sfollati. Bambini che malgrado tutto non hanno smesso mai di sorridere. Un’iniziativa che fa parte del progetto interculturale del Cremi, con la collaborazione della Mediateca Montanari e di molte scuole elementari di Fano. Sotto la “guida” di Sebastiano Nino Fezza (importante firma del giornalismo italiano) i bambini e le maestre hanno dato vita a questo improvvisato bazar fanese, dove chi vuole può acquistare l’oggetto che gli piace di più, sapendo con certezza che incrementerà la raccolta di aiuti messa in piedi da Sebastiano.  Il cine reporter infatti ha unito da qualche mese un vasto gruppo di volontari che, a livello nazionale, si impegna nella raccolta di beni di prima necessità da portare nei campi sfollati in Siria.  Un gruppo che tenta di ridar dignità a tutte le persone scappate dalla propria terra,prestando maggior attenzione ai diritti negati dei bambini. Un’iniziativa limpida, solidale e utile. Un incontro ed un mercatino necessari a sensibilizzare la cittadinanza fanese e risvegliare sempre più persone assopite o ignare del conflitto in atto a solo 4 ore di volo dall’Italia. Un’iniziativa per adulti e bambini. Ed è cosi che questi piccoli artisti, seminascosti dietro i banchetti, contrattano il prezzo del loro lavoro, allungano la mano e intascano sorridendo qualche moneta. La piazzetta è gremita di persona, un via vai ininterrotto di famiglie e anziani. Qualche bambino più intrepido si stacca dai banchetti e con un megafono urla: “coraggio, aiutiamo i bambini siriani” oppure “solo 1 euro, fate un regalo ai bambini meno fortunati” seguito da uno strascico di applausi o sorrisi da parte degli adulti presenti. Un uomo sulla cinquantina con le vesti da pifferaio magico, rallegra ancor di più l’atmosfera, sguscia via tra la folla seguito a rotta di collo da una fila indiana di bambini curiosi. In un angolo un Babbo Natale non troppo grasso si fa fotografare insieme ai bambini più piccoli e poco distante un folletto vestito di verde aiuta dei bambini a colorare dei pezzi di carta. La mattinata è scandita dai cori di Natale e dagli interventi di Sebastiano che, oltre a ringraziare tre volte Fano e la cittadinanza tutta, ricorda di abbassarsi, cambiare punto di vista e vedere il mondo in un altro modo. Vedere il mondo dall’altezza di un bambino.  Ecco perché questo articolo a tratti possiede l’ironia e la semplicità di un libro per bambini,perché forse infondo la chiave è ascoltarli … come oggi  è successo anche qui…”.

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter