NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

POPOLI INDIGENI: “PARTNERSHIP FOR ACTION AND DIGNITY”

11 agosto 2014
indigeni

Il 9 agosto si è festeggiato la Giornata mondiale dei popoli indigeni, a ricordare un impegno, una Convenzione realizzata da circa venti anni, che riconosce ai popoli indigeni un insieme di diritti fondamentali e che rappresenta quasi 400 milioni di persone presenti in almeno 90 paesi.

Negli anni fra il 1991 e il 2007, l’unico documento giuridico che a livello internazionale proteggeva le culture, le tradizioni e i diritti comunitari dei popoli indigeni e tribali era la Convenzione n.169 dell’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro), organismo delle Nazioni Unite con sede a Ginevra, stilata nel 1989 ed entrata in vigore il 5 settembre 1991. Ma già nel 1923 Haudenosaunee Chief Deskaheh, un leader della comunità indigena che viveva nella riserva Tuscarora vicino Buffalo nello stato dell’Ontario, fece sentire la sua voce viaggiando verso Ginevra alla Società delle Nazioni per difendere il diritto del suo popolo di vivere secondo le proprie leggi, sulle proprie terre e professando la propria fede.
Nel 1989 Ted Moses, Capo del Gran Consiglio dei Cree in Canada, fu il primo indigeno eletto per presenziare ad un meeting delle Nazioni Unite per discutere degli effetti della discriminazione razziale sulla condizione economica e sociale dei popoli indigeni. Da allora, un numero sempre crescente di indigeni partecipa a meeting su tematiche relative a questione di interesse per tali popolazioni. Finalmente nel settembre 2007 le Nazioni Unite hanno approvato la Dichiarazione sui Diritti Comunitari dei Popoli Indigeni.
Secondo  Ban Ki-Moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite, i popoli indigeni infatti “affrontano molte sfide per mantenere la propria identità, le proprie tradizioni e.. i loro contributi culturali sono a volte sfruttati e commercializzati, con scarso o nessun riconoscimento”, e invita quindi i Paesi a “impegnarsi a porre fine alle gravi violazioni dei diritti umani che questi popoli incontrano in molte parti del mondo”.
Stiamo ora vivendo il secondo Decennio dei Popoli Indigeni del Mondo (2005-2015) un decennio internazionale lanciato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per accrescere l’impegno globale nella promozione e protezione dei loro diritti e con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la cooperazione internazionale per la risoluzione dei problemi dei popoli indigeni in vari campi quali la cultura, l’educazione, la salute, i diritti umani, l’ambiente e lo sviluppo sociale ed economico, attraverso l’utilizzo di programmi mirati e progetti specifici. Il tema del Decennio è: “Partnership for Action and Dignity”. Un fondo fiduciario è stato quindi istituito per supportare i progetti e promuovere le finalità e gli obiettivi del Decennio.

Affinché tutte le culture e tradizioni vengano rispettate e valorizzate!!

 

Fonti:

- Leo News
- Comune Info

 

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter