NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

MILLEVOCI “AMBULANTE”: CERCASI SPAZI

19 settembre 2014
millevoci

Si comunica che per quest’anno le lezioni di italiano L2 per cittadini stranieri adulti tenute dall’Associazione Millevoci non potranno iniziare, come ogni anno, i primi giorni del mese di ottobre presso l’Istituto Comprensivo Statale “G. Padalino” a causa di divergenze intercorse fra il dirigente scolastico e l’associazione stessa.

Millevoci ormai da quattordici anni promuove l’accoglienza e l’integrazione dei cittadini stranieri nella nostra comunità, organizzando corsi per l’insegnamento della lingua italiana e la conoscenza della nostra cultura.
Uomini e  donne di ogni continente sono stati condotti, dall’opera paziente dei volontari, ad impadronirsi dei mezzi fondamentali per comunicare all’interno della nostra società, migliorando, nel contempo, la conoscenza del patrimonio civile democratico e della cultura locale e nazionale.

Il Comune di Fano, riconoscendo la validità e il prezioso contributo che l’associazione fornisce alla formazione di una società dagli orizzonti sempre più aperti, si è sempre impegnato a mettere a disposizione le sedi necessarie allo svolgimento di tale attività.

Negli ultimi anni i corsi si sono svolti presso l’Istituto Comprensivo Statale “G. Padalino” senza interruzione, fino al mese di luglio del corrente anno scolastico; per il futuro si stanno, però, presentando difficoltà inspiegabili.
Le intenzioni del Dirigente scolastico, anticipate verbalmente e in seguito confermate nella lettera del 5 agosto c.a., compromettono la prosecuzione di tale attività perché in essa lo stesso  comunica: “fatte salve le competenze del Consiglio D’Istituto“, la riduzione delle aule concesse in convenzione a due e precisa, inoltre, che ” le modalità ed i tempi di utilizzazione dei locali  dovranno essere regolamentati  in modo più rigoroso rispetto al passato“. Infine, ribadisce che “l’aula utilizzata dall’associazione Millevoci per le attività di ufficio/accoglienza DEVE ESSERE LIBERATA AL PIU’ PRESTO e che debbono essere restituite le chiavi dei locali”.

Con la precedente presidenza, nella veste di Daniele Sordoni, grande sostenitore dell’animo e dell’operato dell’associazione, era stata concessa un’intera ala della scuola media, separata dall’intero complesso, composta da quattro aule e un bagno (tre aule destinate ad accogliere alunni di tre livelli differenti e un’aula in cui era presente la segreteria, la biblioteca multilingue e si svolgeva l’accoglienza dei nuovi studenti). Con il nuovo preside, l’aula adibita a segreteria ed accoglienza era stata chiusa e durante tutto lo scorso anno Millevoci ha avuto a disposizione solo tre aule. Ad oggi, l’ “offerta”, si riduce ancora: due sole aule e con loro un’attività ostacolata da troppi paletti.
Risulta evidente, oltre che inspiegabile, l’atteggiamento non collaborativo del capo d’istituto che ordina, perentoriamente,  la liberazione di un locale prima che il Consiglio d’Istituto deliberi in proposito.

Millevoci, quindi, ormai sicura che non sia più possibile mantenere rapporti con la dirigenza, è certa che, in considerazione dell’opera di mediazione e formazione interculturale che arricchisce l’intero tessuto sociale, le Istituzioni che ci hanno sempre sostenuto si adopereranno con spirito di collaborazione a favorire la possibilità che la nostra Associazione continui nel suo impegno.

 Rosalba Urbini
(Presidente dell’associazione Millevoci)

Fonte: comunicato stampa a cura dell’associazione Millevoci

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter