NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

“El Gusto” – la musica Chaâbi d’Algeria

La musica del popolo algerino, la cosiddetta musica Chaâbi (“chaâb” significa infatti popolo) nasce intorno alla metà degli anni ’20 e racchiude in sé influenze di varia provenienza (musica andalusa, berbera, canti religiosi, flamenco). Verrà ribattezzata “musica jazz dell’Africa del nord” o anche “musica blues della Casbah”, per la sua peculiarità di lasciare ampio spazio all’improvvisazione. L’inventore è il famosissimo Mohammed El Anka, il cui pubblico inizialmente era il popolo della Casbah d’Algeri, dei cosiddetti quartieri bassi.

Ed ora la storia dell’orchestra …

Prima dell’indipendenza dell’Algeria (1962) un gruppo di musicisti composto da musulmani ed ebrei, aveva formato un orchestra proveniente dal Conservatorio di Algeri e diretta dal maestro El Anka. Fu costretta a sciogliersi negli anni a seguire e rimase in questo stato fino al 2006, anno in cui nacque o forse è meglio dire rinacque con il nuovo nome di El Gusto, termine spagnolo entrato nel vocabolario algerino con il significato di “gioia di vivere”.

In che modo si riunì?

Safinez Bousbia, giovane donna trentenne di origini algerine, ma cosmopolita di fatto, nel 2003 si recò ad Algeri ed entrando in una bottega, si imbatté in un commerciante che alla sua richiesta di acquistare uno specchio, ribatté aprendo il proprio cuore e cominciando a parlare dei suoi compagni musicisti chaâbi all’epoca di El Anka. Da lì la curiosità della donna, regista documentarista, aggiunta all’amore per la musica e per l’Algeria, la spinsero ad organizzare un concerto di tutti i compagni di corso del Conservatorio di Algeri. L’occasione sarebbe dovuta essere anche l’obiettivo finale: un grande spettacolo che avrebbe dovuto riunirli un’unica volta, a Marsiglia, nel 2007. E invece, l’orchestra El Gusto sta continuando tuttora a calcare i palchi e le piazze di tutto il mondo con tournée serrate e grandi soddisfazioni, raggiungendo il numero di 42 membri. Le aperture dei concerti sono affidate d’abitudine ad un muezzin e ad un rabbino che cantano assieme. La supervisione musicale è affidata a Sodi.

L’avventura de El Gusto testimonia la profondità dell’essere umano ma soprattutto l’universalità della musica che va altre i confini spazio-temporali e i pregiudizi religiosi, mettendo in luce le similitudini piuttosto che alle differenze.

Curiosità:

* Il cantante inglese del gruppo “Blur”, Damon Albarn, ha realizzato un album con una parte della formazione dell’orchestra.

** Safinez Bousbia, in empatia totale con i “suoi” musicisti, ha partecipato alla produzione di due album e ad oggi è la manager del gruppo. I maestri di chaâbi sono ormai come una famiglia per lei, grazie alla stretta frequentazione negli otto anni di tournée.

Link:

- sito web El Gusto

- pagina facebook El Gusto

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter