NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

E TU, CHE COSA FAI A PASQUA?

FANO 5 aprile 2015
download

Sei curios* di conoscere come trascorreranno gli altri nel mondo questo giorno di festa? Beh leggi le ricerche che noi di Noi Mondo Tv abbiamo fatto sulle tradizioni pasquali!!!

In Bulgaria si è soliti fare le pulizia in tutta la casa, proprio nei giorni che precedono Pasqua. Ma non finisce qui: si cucinano i “kozunaks” e si colorano le uova: il primo uovo deve essere colorato di rosso, che significa un augurio di salute e infine a mezzanotte del Sabato Santo la gente si scambia gli auguri e le uova di Pasqua.

Un po’ più a nord ovest ma sempre in Europa,  secondo la tradizione, tutto viene colorato di giallo, dalle candele alla tovaglia, mentre le case vengono decorate con rami fioriti e uova dipinte.

Nelle terre fredde di Svezia e Finlandia, albergano simili tradizioni che vedono il pranzo pasquale composto da “Pasha” a base di formaggio e da “Mammi“, il tradizionale budino di segale.

Per i bambini tedeschi il simbolo della Pasqua è rappresentato da un “coniglietto“. Le finestre e le porte delle case vengono abbellite con disegni di coniglietti, uova e altre fantasie. Anche i vasi vengono riempiti con fiori e rami nei quali poi i bambini vanno a ricercare le uova di cioccolato (che i genitori hanno precedentemente nascosto).
Nella calda Grecia, i fedeli trascorrono la notte di Pasqua in chiesa sotto il bagliore delle candele che poi verranno portate con sé nelle proprie case. Dopo giorni di rigoroso digiuno, si pranza con la “soupa mayeritsa” accompagnata da riso alla greca, con le uova colorate di rosso, con il pane pasquale e la tipica “Maghiritsa“, una zuppa fatta con le interiore dell’agnello.

In Israele la Pasqua è piuttosto caratteristica: nel paese infatti giungono gruppi di pellegrini da tutto il mondo per festeggiare due tradizioni: la Pasqua cristiana e la festa ebraica del “Pesah”.

In Russia invece tutti vorrebbero trascorrere la Pasqua nella cittadina di Sagorsk, dove risiede il pope di Mosca e di tutta la Russia.
Il rito pasquale incomincia a mezzanotte di sabato con una processione attorno alla cattedrale. La mattina del giorno di Pasqua i membri delle famiglie si recano sulla tomba di un parente e lì consumano un picnic.

In Spagna, la tradizione pasquale è vissuta molto intensamente soprattutto durante la domenica delle Palme, in cui si ricorda l’ingresso di Gesù nella città di Gerusalemme, dove fu accolto con palme e rami d’ulivo.

Anche se molto diversa da quella cattolica, esiste anche la Pasqua Musulmana (Eid al-Adha). Con questo termine si intende ricordare e celebrare la storia di Abramo e di suo figlio Isacco. È nominata festa del sacrificio proprio poiché si commemora quello che il primo patriarca dell’Islam fece nei confronti del figlio Isacco. Si narra che Dio, con l’intenzione di mettere alla prova la fede di Abramo, gli ordinò di sacrificare il figlio sul Monte Moira. Prima che l’omicidio venisse compiuto, apparve un angelo che fermò Abramo benedicendolo e dicendogli che il Signore aveva apprezzato la sua ubbidienza.

Fonti: Filastrocche.it e Saperi.it

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter