NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Dati Istat: immigrazione in netto calo

28 giugno 2014
statistiche
Un ulteriore invecchiamento della popolazione italiana, legato sia al crollo demografico, a cui sicuramente non è estranea la crisi economica che ha colpito il Paese, sia il calo degli immigrati: è questa la fotografia impietosa scattata dall’Istat sulla base degli indicatori demografici relativi al 2013.

Non deve apparire più come il Paese dei Balocchi l’Italia, se si pensa che sempre meno immigrati si trasferiscono nel nostro paese e più italiani scelgono di vivere all’estero. Sul fronte migrazione il quadro fornito dall’Istat è sorprendente, con una riduzione del numero di cittadini stranieri entrati in Italia, 279 mila nel 2013 contro i 321 mila del 2012: 42mila in meno. I rimpatri di italiani sono 28 mila. Crollano gli arrivi dalla Romania (-25% sul 2012) e dalla Cina (-12%), mentre in crescita l’immigrazione dall’Egitto e dall’Ucraina.

Aumentano invece le emigrazioni, circa 126 mila (2,1 per mille), contro i 106 mila dell’anno precedente (1,8 per mille). Nel periodo 2008-2013, tra coloro che abbandonano il Paese per una destinazione estera raddoppia sia il numero di residenti stranieri (da 22 a 44 mila), che il numero di italiani (da 40 a 82 mila). Nel 2013 la destinazione estera favorita dagli italiani è il Regno Unito, con circa 13mila trasferimenti, segue la Germania con 11mila 600. Gli stranieri, invece, emigrano prevalentemente in Romania, oltre 10mila trasferimenti nel 2013 (+21% sul 2012) e Albania, oltre 2mila (+23%).

FONTE: repubblica.it 
FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter