NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Conoscersi per Comprendersi

Realizzato con il contributo del Dipartimento per le Pari Opportunità, il progetto “Conoscersi per Comprendersi” ha permesso, attraverso un corso di aggiornamento dedicato alla didattica dell’italiano come L2, di dare supporto e stimoli ai docenti della scuola secondaria in merito alla didattica della lingua italiana insegnata ad allievi stranieri: un percorso  per confrontarsi su tematiche di primaria importanza per una didattica in linea con  l’aspetto sempre più eterogeneo della nostra società. Capofila del progetto l’Ass.ne “L’Africa Chiama” e suoi partner le associazioni “Millemondi” e “Millevoci” di Fano.

Come influisce la cultura sull’apprendimento? Quali strategie ludico-didattiche possono essere applicate per favorire il superamento dei problemi di comunicazione interculturale? Quali sono le differenze fra i modelli di apprendimento di uno studente di lingua e cultura araba e uno di lingua e cultura cinese? Come gestire le attività curricolari e contemporaneamente avviare in classe un percorso di didattica dell’italiano come L2? Dalla necessità di rispondere a precise domande è nato il Corso di aggiornamento “Conoscersi per comprendersi”, rivolto ai docenti della scuola secondaria e realizzato con il contributo del Dipartimento delle Pari Opportunità.

L’iniziativa si è sviluppata in quattro incontri, guidati da docenti ed esperti che da anni lavorano dentro la  scuola ma anche in enti, associazioni, organizzazioni parascolastiche che si occupano di avviare percorsi nell’ambito della didattica interculturale.  Sono state affrontate tematiche di primaria importanza per una didattica in linea con l’aspetto sempre più eterogeneo della nostra società, dall’influenza della cultura sull’apprendimento alle strategie ludico-didattiche applicabili per il superamento dei problemi di comunicazione interculturale. Sono stati inoltre forniti preziosi strumenti per comprendere le differenze tra i modelli di apprendimento di studenti appartenenti alla culture araba e cinese, nonché spunti sulle modalità di gestione integrata di attività curriculari e percorsi di didattica dell’italiano come L2.

I docenti e gli esperti che hanno partecipato agli incontri sono:

  • Dott.ssa Elena Giliberti, dell’Ass.Millemondi e Comitato Dante Alighieri. Tematica: “Dai criteri di valutazione alla media education: metodologie e tecniche per una didattica interculturale”.
  • Dott.ssa Sabrina Gouizi, docente Ditals Ass. Millevoci e Dott.ssa Nicoletta Mengoni, psicologa e psicoterapeuta Coraig. Tematica: “Verso est: aspetti linguistici, comunicativi e psicologici nell’apprendimento degli studenti di cultura araba, rumena e albanese” .
  • Dott.ssa Monia Andreani, docente presso l’ Università per Stranieri di Perugia e l’ Università di Urbino Carlo Bo’. Tematica: “La terza cultura dentro la scuola:  interculturalità e differenze di genere”.
  • Dott.ssa Alice Mastrogiacomi, della Scuola Yiming Liuxue Cina. Tematica: “Verso est: aspetti linguistici, culturali e comunicativi nell’apprendimento degli studenti di lingua cinese”.

Parallelamente è stato creato un blog sul sito di Millemondi (www.millemondifano.org), che ha come finalità quella di perseguire e proseguire le attività promosse dal corso, tramite la pubblicazione di articoli e interventi non solo utili ma anche commentabili, per creare una rete di conoscenza in continua evoluzione che tenga conto della necessità di dover attingere a strumenti sempre più complessi, in linea con l’eterogeneità della rete sociale attuale.

Come influisce la cultura sull’apprendimento? Quali strategie ludico-didattiche possono essere applicate per favorire il superamento dei problemi di comunicazione interculturale? Quali sono le differenze fra i modelli di apprendimento di uno studente di lingua e cultura araba e uno di lingua e cultura cinese? Come gestire le attività curricolari e contemporaneamente avviare in classe un percorso di didattica dell’italiano come L2?

Sono solo alcune delle domande sollevate durante il corso: il progetto si è sviluppato in quattro incontri, guidati da docenti che da anni lavorano all’interno delle scuole presenti sul territorio ma anche in enti, associazioni, organizzazioni parascolastiche che si occupano di avviare percorsi nell’ambito della didattica interculturale.

Di seguito sono scaricabili i materiali e le presentazioni in PPT utilizzate durante lo svolgimento del corso

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter