NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Con “Ius Music” un inno alla cittadinanza delle seconde generazioni

5 luglio 2014

A ritmo di rap Amir Issaa, figlio di un immigrato egiziano e di una donna italiana, nel nuovo singolo “Ius Music” grida la rabbia di un’intera generazione che stenta a vedere riconosciuti i propri diritti di cittadinanza. E’ infatti la cosiddetta seconda generazione la protagonista del nuovo videoclip girato all’interno di una scuola media di Tor Pignattara a Roma.

“Se il futuro è nostro lo vogliamo in esclusiva, stanchi di elemosinare diritti e metterci in fila. La mia non è una razza la mia è una tribù, quelli sempre al centro del mirino, è questa la mia crew. La mia gente è stanca di essere accusata, di essere considerata sempre il pericolo dentro casa”.

Nel video Amir interpreta un professore di una classe affollata di bambini di origine indiana, marocchina, rumena, bengalese, cinese, come lui nati in Italia da genitori stranieri: dalle accuse dirette alla politica e alla Lega nord alle rivendicazioni perchè possano coesistere nelle scuole italiane più simboli religiosi, Amir non ha certo peli sulla lingua e non rispermia nessuno. Non è nuovo all’attivismo sociale: nel 2012 aveva addirittura incontrato il Presidente Giorgio Napolitano, dopo avergli scritto una letterain cui gli sottoponeva la questione dello Ius Soli, ovvero il diritto alla cittadinanza italiana per i figli nati in Italia da genitori stranieri.

Il brano è contenuto nell’omonimo street album scaricabile gratuitamente dal sito dell’artista, www.amirmusic.it

FONTE: redattoresociale.it 

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter