NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

CITTADINANZA: DA OGGI E’ PIU’ SEMPLICE CON “18 ANNI … IN COMUNE”

18annicittadinanza

E’ questo il titolo della guida realizzata da ANCI, Save the children e Rete G2 sulle modalità di acquisizione della cittadinanza italiana al compimento della maggiore età. La pubblicazione si rivolge ai figli di immigrati nati e cresciuti in Italia, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età…sono infatti questi i presupposti necessari per poter fare domanda.

Qual è la procedura? E’ sufficiente presentare la richiesta in Comune, ma c’è solo un anno di tempo…Di qui la necessità di sollecitare il maggior numero di Sindaci ad informare tempestivamente i minori nati in Italia da genitori stranieri sulle modalità di acquisizione della cittadinanza.

“Con questa iniziativa vogliamo dare un’opportunità in più alle seconde generazioni che al compimento del diciottesimo anno di età possono, già nell’attuale sistema normativo, diventare a tutti gli effetti cittadini italiani”. Lo afferma il presidente dell’Anci Graziano Delrio presentando la campagna.

Secondo Save the Children, sarebbero più di 800 mila i bambini e i ragazzi di origine straniera nelle scuole italiane, una presenza significativa di studenti considerati ‘stranieri’ solo a causa della nazionalità estera dei genitori, ma che riveste una parte considerevole dell’identità del nostro paese. In merito all’importanza di questa iniziativa Raffaela Milano, Direttrice Programmi Italia Europa di Save the Children Italia dichiara: ”Con ANCI e Rete G2 abbiamo verificato l’impegno di moltissimi Comuni – di piccoli e grandi centri, al nord come al sud – volto a valorizzare la loro presenza nelle comunità locali. Auspichiamo che questo impegno venga assunto anche dal Parlamento, con il varo di una nuova legge sulla cittadinanza che finalmente promuova l’integrazione’‘.

‘‘La campagna 18 anni in Comune – dichiara Mohamed Tailmoun, portavoce della Rete G2 Seconde Generazioni – ha rappresentato un’opportunità straordinaria di collaborazione con due realtà molto impegnate in iniziative volte a favorire la promozione dei diritti di cittadinanza per le seconde generazioni. Il percorso che oggi si conclude, oltre ad aver favorito importanti semplificazioni, ha prima di tutto promosso una relazione di forte vicinanza tra il Comune e ragazzi che diventeranno cittadini. L’auspicio è di poter contare sul fondamentale supporto dei nostri Sindaci anche nella battaglia di civiltà per una legge sulla cittadinanza più aperta verso i figli dell’immigrazione’‘.

Clicca qui per leggere la guida.

FONTI:

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter