NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

CASO MARCHE: NON ERA EBOLA, MA MALARIA

11 settembre 2014
ebolaitalia
La paziente nigeriana di 42 anni ricoverata ad Ancona per un sospetto caso di Ebola è affetta da malaria: lo conferma il Ministero della Salute. Ieri sera, il laboratorio dello Spallanzani ha escluso la diagnosi di malattia da virus Ebola per la donna ricoverata nelle Marche in isolamento presso l’ospedale Torrette di Ancona.

L’allarme è scattato due giorni fa nelle Marche, per una donna nigeriana di 42 anni, con sintomi compatibili con l’esordio della malattia causata dal virus Ebola. Quando si è presentata all’ospedale di Civitanova Marche (Macerata), dove risiede da anni, la donna, rientrata in Italia 6 giorni fa dal suo paese dopo un viaggio per rivedere i parenti nelle città di Lagos e Benincity, presentava sintomi sospetti quali febbre alta, dolori muscolari, nausea e vomito: di qui è stato immediatamente attivato il protocollo di allerta per la verifica di casi sospetti su richiesta della Regione.


FONTE:
 www.ansa.it/marche

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter