NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Cancellato il reato di clandestinità

2 aprile 2014
camera deputati

E’ un sì definitivo quello della Camera dei Deputati che questa mattina ha deciso con 332 voti favorevoli di cancellare il reato di clandestinità e approvare la proposta di legge che prevede la depenalizzazione dell’ingresso e del soggiorno irregolare in Italia. Ora, trattandosi però di una legge delega, la palla passa in mano al governo che è tenuto a fare il decreto legislativo e ad adottarlo entro 18 mesi. Dunque è ancora presto per cantar vittoria. 

Quali le novità più rilevanti? Il testo dice che il governo dovrà “abrogare, trasformandolo in illecito amministrativo, il reato previsto dall’articolo 10-bis del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, conservando rilievo penale alle condotte di violazione dei provvedimenti amministrativi adottati in materia”. Ciò significa che viene depenalizzato solo il primo ingresso, ma anche la prima volta che si venga trovati senza permesso di soggiorno scatterà l’espulsione. Inoltre, continuerà a commettere reato chi non obbedisce a un foglio di via, chi rientra dopo un’espulsione o chi viola altre disposizioni contro gli irregolari, come ad esempio l’obbligo di firma in Questura o la consegna del passaporto.

FONTE  stranieriinitalia.it

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter