NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

ANCHE LE PAROLE UCCIDONO: NO AL LINGUAGGIO DISCRIMINATORIO

28 ottobre 2014
TERRORISTA

Negro, terrorista, ladra, ciccione: sono le quattro parole che trapassano, come proiettili, i volti di un uomo dalla pelle nera, di un arabo, di una donna rom e di un giovane sovrappeso. Perché le parole sono come proiettili e possono uccidere.

Si condensa in questo messaggio, riprodotto graficamente con grande efficacia, il concetto alla base della nuova campagna contro il linguaggio discriminatorio promossa da Famiglia Cristiana, Avvenire, FISC e Armando Testa. Tutta la stampa di matrice cristiana si è unita nel dar vita a questa campagna sociale.

La campagna ha avuto inizio lo scorso 23 ottobre sulle testate e i siti dei promotori e sarà veicolata in forma di locandine in oltre 10mila parrocchie, oratori e scuole. L’iniziativa si inscrive in un progetto più ampio, denominato #migliorisipuò, che prevede lo sviluppo di altre future iniziative analoghe, con l’obiettivo di promuovere consapevolezza, far riflettere, stimolare la crescita personale e della società.

FONTE: Portale Integrazione Migranti 

 

 

FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter