NoiMondoTV

La webTV che parla la tua lingua

progetto cofinanziato da
Unione Europea Ministero dell'Interno
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi
facebook
twitter
YouTube

Albania: ad un passo dall’Europa

ALBANIA 26 giugno 2014
albaniaue
Ieri, 24 giugno, il Consiglio Affari Generali dell’Ue ha dato all’unanimità il via libera alla candidatura dell’Albania a paese membro dell’Unione. Dopo l’ennesimo rinvio imposto lo scorso dicembre da Francia, Germania, Danimarca, Olanda e Gran Bretagna, l’Albania ha ora raggiunto una tappa importante, anche se ci vorranno ancora anni e molti sforzi prima che i cittadini albanesi diventino cittadini europei. 

Infatti sono numerose le condizioni messe nero su bianco dal Consiglio per accettare la candidatura: in particolare viene ribadito che  ”l’Albania deve agire con decisione” per la riforma dell’amministrazione pubblica, del sistema giudiziario, per la lotta contro il crimine organizzato e la corruzione, per la protezione dei diritti umani e le politiche anti-discriminazione, per i diritti delle minoranze ed il rispetto dei diritti di proprietà.
Il Consiglio si sofferma in particolar modo sulla lotta alla corruzione e alla mafie, esigendo che l’Albania s’impegni a lottare contro “l’uso di documenti falsi, il riciclaggio di denaro, la coltivazione di droga ed il traffico di esseri umani”. “Il Consiglio – è scritto ancora nel testo – si aspetta anche che l’Albania intensifichi il suo sostegno per una pronta riduzione della pressione migratoria sulla Ue”, tra l’altro anche “risolvendo la questione delle richieste infondate di asilo presentate da cittadini albanesi”.
Non nasconde la soddisfazione il premier Edi Rama: “E’ un passo molto importante verso l’adesione, e soprattutto un chiaro segnale della direzione da seguire. Per tutti gli albanesi oggi c’è maggiore speranza e prospettiva”. All’Albania i 28 chiedono di proseguire nella realizzazione di una serie di riforme. E Rama si è detto consapevole che “il processo diventa più intenso, la strada ancor più difficile e la sfida ancor più grande. Ma noi faremo tutto quanto ci sarà chiesto, perché questo è nell’interesse dei nostri figli e del nostro futuro”.
FONTE: ansamed.it
FacebookTwitterEmail
condividi su:
Pubblicato da

Partners

Provincia PU
Comune di Fano
Caritas Diocesana
ass. Millevoci
CSV Marche
ass. MilleMondi
L'Africa Chiama
ass. NuovoOrizzonte
Apito
Comunità Montana
Logo Cremi

Iscriviti alla Newsletter